Studio ecografico

 

    Nel nostro studio si effettuano diversi tipi di ecografia:

    • Ecografia addominale (l’esame comprende anche l'analisi degli organi urinari, della prostata, dell’aorta e dei grandi vasi sanguigni, degli organi genitali)
    • Ecografia testicolare (dello scroto)
    • Ecografia delle articolazioni (spalle, gomito, ginocchio ...)
    • Ecografia muscolo-tendinea (lesione, nodulo)
    • Ecografia del collo e della tiroide
    • Ecografia delle carotidi
    • Ecografia delle forme sottocutanee (nodulo, convessità, asimmetria …)
    • Ecografia mammaria
    • Ecografia ascellare
    • Ecografia dei linfonodi periferici (ambedue le parti di una regione: ascelle/collo/inguine)
    • Ecografia delle vene di una gamba o di un braccio (per escludere l’eventuale trombosi venosa profonda o infiammazione)

       

    PACCHETTO SISTEMA CARDIOVASCULARE

    Ecografia dei punti critici dove spesso si presentano delle placche aterosclerotiche (arterie del collo, dell'addome e delle cosce).

     

    ECOGRAFIA ADDOMINALE

    L'ecografia è un esame completamente indolore e innocuo, siccome non utilizza radiazioni ionizzanti come gli esami radiologici. L'esame viene impiegato per cercare di individuare le patologie della cavità addominale.

    Questo esame ci permette di:

    • localizzare il liquido nella cavità addominale, l'ingrossamento dei linfonodi o degli organi   
    • contenuti nella cavità addominale,
    • osservare il calibro di coledoco e la struttura del parenchima epatico,
    • individuare l'eventuale presenza di tumore del fegato o di calcoli biliari,
    • localizzare l'alterazione infiammatoria o tumori del pancreas,
    • osservare le dimensioni della milza, del rene e della prostata,
    • misurare le pareti della vescica urinaria e cercare la presenza di calcoli nel  
    •                lume,
    • notare i cambiamenti del parenchima, della sostanza corticale del rene,
    • scoprire le dilatazioni delle vie urinarie e i calcoli renali.

     

    Per una diagnosi migliore osserviamo anche degli organi genitali: cambiamenti delle ovaie, mioma uterino.

    Se l'esame si svolge al mattino, il paziente deve essere a digiuno da almeno sei ore prima dell'esame. Durante l'esame il paziente deve avere la vescica piena. Solo così lo specialista riuscirà a vedere bene gli organi della parte inferiore dell'addome. Perciò si consiglia di bere due bicchieri d’acqua prima dell'esame e di trattenere l'urina nella vescica.

     

    Si consiglia di fare l'ecografia nei seguenti casi:

    • quando sono presenti dolori addominali non spiegabili,
    • dopo una non intenzionata e veloce perdita di peso,
    • quando gli esami dal laboratorio non sono in norma,
    • come un esame preventivo; molte formazioni si scoprono casualmente.